OPV – Orchestra di Padova e del Veneto

23 February 2013

OPV – Orchestra di Padova e del Veneto (Classica)

Postato da admin

No Comments

23 February 2013 - 23 February 2013

9:00pm – 11:30pm

Categories:

“Il trionfo della melodia”

 

GRAZIA RAIMONDI

violino principale e solista

 

 

Antonin Dvorak (1841-1904)

Serenata per archi in mi maggiore op. 22

Moderato

Tempo di Valse, Allegro

Scherzo, Vivace, Andante

Larghetto

Finale, Allegro vivace, Moderato, Presto

 

Johan Severin Svendsen (1840-1911)

Romanza per violino e archi op.26

Moderato

 

* * * *

 

Astor Piazzolla (1921-1992)

Oblivion per violino e archi

 

Piotr Ilych Tchaikowsky (1840-1893)

Serenata in do maggiore op. 48 per archi

Pezzo in forma di sonatina (Andante non troppo, Allegro moderato)

Walzer (Moderato, Tempo di Valse)

Elégie (Larghetto elegiaco)

Finale (Tema russo) (Andante, Alegro con spirito)

 

 

 

GRAZIA RAIMONDI

Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, sua città natale, diplomandosi in violino con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Giovanni Adamo. Successivamente ha seguito i corsi di perfezionamento con Franco Gulli (Diploma di Merito all’Accademia Chigiana di Siena) Salvatore Accardo, Corrado Romano, Maurice Raskin.

Grazie alla borsa di studio “J.W. Fulbright” di New York, è stata allieva di Franco Gulli (violino) e di Rostislav Dubinski (musica da camera) presso l’Indiana University in U.S.A. dove ha conseguito l”Artist Diploma” frequentando anche i corsi della Indiana University Symphony Orchestra come Primo violino.

Ha vinto il I premio alla Rassegna Nazionale di Vittorio Veneto, il I premio al Concorso Nazionale di Violino “Ugo Conta Music Awards Hong Kong” di Mantova, il II premio al Concorso Internazionale di Stresa e il I premio al “Sibelius International Competition” tenuto presso l’Indiana University.

Grazia Raimondi ha svolto un’intensa attività solistica e cameristica in prestigiosi teatri e sale da concerto: Teatro alla Scala di Milano, Concertgebouw di Amsterdam, Royal Albert Hall di Londra, Grossen Musikvereinsaal di Vienna, Philharmonie di Monaco, partecipando a numerose riprese televisive ed a molteplici incisioni tra cui le Sei Sonate di Rossini in Quartetto per l’etichetta Tactus.

Ha collaborato con complessi come “I Solisti Veneti” , “I Virtuosi di Roma” e la “New European Strings Orchestra”. Si è esibita in Giappone in concerti di musica da camera con le prime parti della Tokyo Philarmonic Orchestra e come Primo violino della Tokyo Philarmonic Chamber Orchestra.
Ha effettuato concerti di musica da camera con Antonio Pappano, Luigi Piovano, Maurizio Baglini, Dmitry Sitkovetsky, Francesco Di Rosa, Olaf John Laneri.
Ha tenuto masterclass di violino e di musica da camera ai corsi internazionali di Akiyoshidai in Giappone e alla Silpakorn University in Thailandia. Ha ricoperto il ruolo di Primo violino dell’orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia dal 2003 al 2009, attualmente è Primo violino ospite dell’ Orchestra di Padova e del Veneto e ha collaborato nello stesso ruolo con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra Sinfonica Marchigiana e l’Orchestra Filarmonica dell’ Adriatico, inoltre è Primo violino Solista dei Musici Aurei con cui ha inciso le “Quattro Sagioni” di Vivaldi per l’etichetta Eloquentia.

Fra i CD in uscita i Kindertotenlieder e i Lieder eines fahrenden Gesellen in versione cameristica con Sara Mingardo e il Pianoquartett in la minore di Mahler con Olaf John Laneri, Silvio Di Rocco e Luigi Piovano (Eloquentia).

Fra i prossimi impegni : in maggio un concerto solistico alla Carnegie Hall di New York , in luglio sarà solista con l’Orchestra di Padova e del Veneto, inoltre sarà ospite del Festival di Newport dove terrà il concerto di apertura.

E’ titolare della cattedra di Violino presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Verdi” di Ravenna.

Suona un Giuseppe Gagliano del 1783.

ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

L’Orchestra di Padova e del Veneto si è costituita nell’ottobre 1966 e nel corso di quarant’anni di attività si è affermata come una delle principali orchestre da camera italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero.

L’Orchestra è formata sulla base dell’organico del sinfonismo “classico”. Peter Maag – il grande interprete mozartiano – ne è stato il direttore principale dal 1983 al 2001, mentre Piero Toso ne ha ricoperto il ruolo di primo violino solista dalla fondazione al 2009.

Alla direzione artistica si sono succeduti Claudio Scimone (dalla fondazione al 1983), Bruno Giuranna (dal 1983 al 1992), Guido Turchi (1992-93) e, come direttore musicale, Mario Brunello (2002-2003). L’attuale direttore artistico dell’Orchestra è Filippo Juvarra (Premio della Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2002).

Nella sua lunga vita artistica l’Orchestra annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo internazionale tra i quali ricordiamo: S. Accardo, P. Anderszewski, M. Argerich, V. Ashkenazy, J. Barbirolli, Y. Bashmet, R. Buchbinder, M. Campanella, G. Carmignola, R. Chailly, C. Desderi, G. Gavazzeni, R. Goebel, N. Gutman, Z. Hamar, A. Hewitt, C. Hogwood, L. Kavakos, T. Koopman, A. Lonquich, R. Lupu, M. Maisky, V. Mullova, A.S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, M. Quarta, J.P. Rampal, S. Richter, M. Rostropovich, H. Shelley, J. Starker, R. Stoltzman, H. Szeryng, U. Ughi, S. Vegh, K. Zimerman.

L’Orchestra è l’unica Istituzione Concertistico – Orchestrale (I.C.O.) operante nel Veneto e realizza circa 120 concerti l’anno, con una propria stagione a Padova, concerti nella regione Veneto, in Italia per le maggiori Società di concerto e Festival, e tournée all’estero. Tra gli impegni più recenti si ricordano i concerti diretti dal Maestro Tan Dun per il Festival Pianistico Internazionale “A. B. Michelangeli”, il concerto al Festival “In terra di Siena” diretto dal Maestro Vladimir Ashkenazy, i concerti a Milano per il Festival MITO SettembreMusica 2009 con il pianista e direttore Olli Mustonen, e a Venezia per il 53° e il 54° Festival Internazionale di Musica Contemporanea (2009 e 2010) e per il 7° Festival Internazionale di Danza Contemporanea (2010) della Biennale di Venezia, tutti appuntamenti che hanno riscosso l’unanime plauso della critica. Nel settembre 2010, su invito della Pontificia Accademia delle Scienze, l’Orchestra ha eseguito il Requiem K 626 di W.A. Mozart con la direzione del Maestro C. Desderi alla presenza di Sua Santità Benedetto XVI.

A partire dal 1987 l’Orchestra ha intrapreso una vastissima attività discografica realizzando oltre cinquanta incisioni per le più importanti etichette, tra le quali si segnalano: i Concerti BWV 1054 e BWV 1058 di Bach e il Concerto K 503 di Mozart con S. Richter e Y. Bashmet (Teldec), i Concerti per violoncello di Boccherini con D. Geringas e B. Giuranna (Claves-Grand Prix du Disque 1989), “La Betulia liberata” di Mozart con P. Maag (Denon), l’Integrale delle Sinfonie di Beethoven con P. Maag (Arts), il Concerto K 466 di Mozart con M. Argerich e A. Rabinovitch (Teldec). Più recente è l’uscita dell’oratorio “La Passione di Gesù Cristo” di J.G. Naumann diretto da S. Balestracci (cpo), del DVD “Homage to Amadeus” con François-Joël Thiollier, pianoforte (Multigram) e del CD dedicato alle Sinfonie concertanti per oboe e fagotto di G. Cambini con D. Dini Ciacci, oboe e direttore, P. Carlini, fagotto (Sony Classical); di prossima pubblicazione la prima registrazione mondiale della “Passione di Gesù Cristo” di Ferdinando Paër diretto da S. Balestracci (cpo).

L’Orchestra di Padova e del Veneto è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto, Provincia di Padova, Comune di Padova e Fondazione Antonveneta. Dall’ottobre 2011 ha acquisito la natura giuridica di «Fondazione».